5 piatti Kosher che dovresti assaggiare

Prima ancora di metterti ai fornelli per ricreare piatti Kosher, ti consiglio di andare ad un ristorante ebraico per provare alcune ricette tradizionali e capire se questi sapori ti possono piacere. I dettami da rispettare sono tanti, quindi approcciarsi alla cucina Kosher deve essere un atto rispettoso, da mettere in pratica in modo rigoroso come vuole la tradizione.

Ecco 5 piatti Kosher che ti consiglio di assaggiare perché particolarmente gustosi e ricchi di sapore, ma anche perché caratteristici della nostra cultura. Se vorrai passare al mio ristorante sarò felicissima di prepararli per te, ma in qualsiasi ristorante Kosher troverai certamente questi piatti nel menu.

Challah

La challah è probabilmente il piatto più conosciuto della cucina ebraica. Si tratta di un delizioso pane lievitato, una sorta di pan brioche che si realizza con farina, acqua, lievito, olio, sale e un pizzico di zucchero. Si cuoce in forno e si mangia il sabato, ovvero la festa del riposo ebraico, lo Shabbat. Si utilizza per accompagnare ogni genere di ricetta e piatto, sia dolce che salato. Se vuoi provare a realizzarlo a casa, è uno dei piatti più semplici da preparare della tradizione Kosher quindi potresti iniziare proprio da questo. L’unica difficoltà è forse realizzare la treccia, ma basta un po’ di manualità.

Shakshuka

La Shakshuka è un piatto meno conosciuto ma incredibilmente saporito. Se ami mangiare ricette gustose e ricche, con questo piatto non rimarrai deluso. Il piatto viene realizzato con uova e verdure, di solito peperoni, cipolle e pomodori. Tutto viene fatto cuocere all’interno di un unico tegame che, nella tradizione tunisina da cui deriva questo piatto, veniva posto al centro della tavola in modo che tutti i commensali potessero condividere il pasto. La Shakshuka è molto ricca e nutriente, un secondo piatto che può diventare un piatto unico se la accompagni con fette di pane.

Baklava

Nella tradizione ebraica ci sono anche deliziosi dessert e la Baklava è uno dei più conosciuti. Diffuso in tutto il Mediterraneo, questo dolce è uno dei segreti degli ebrei di Libia e ha tantissime varianti, che cambiano a seconda del paese in cui si mangia. In tutte le sue versioni, si tratta di un dolce realizzato con pasta fillo in sfoglie sottilissime, arricchita con un ripieno di frutta secca (questa sì cambia da un paese all’altro: in Turchia si usano i pistacchi, in Grecia le noci e in Iran una miscela di noci, zucchero e acqua di rose). Il tutto viene poi arricchito ulteriormente con uno sciroppo zuccherino e con tanto miele. Una delizia che non lascia indifferenti!

Babaganoush

La Babagaonoush è una salsa molto saporita, anche in questo caso dalle origini orientali. La troviamo infatti in tutti i paesi affacciati sul Mediterraneo, ma la base è sempre la stessa. Deliziose melanzane vengono arricchite con tahina, succo di limone, aglio, menta e ovviamente abbondante olio di oliva. Conosciuta anche come Caviale di Melanzane, è una salsa molto cremosa che viene accompagnata con fette di pane ebraico o pane non lievitato, ma è delizioso anche con i falafel mediorentali. Per prepararlo, le melanzane vengono prima arrostite e poi schiacciate insieme agli altri ingredienti.

Cholent

Il cholent è invece una ricetta tipicamente ebraica, che mangiamo il sabato. Il cholent è un ricco stufato che viene cotto per le 12 ore precedenti e mangiato durante lo Shabbat, il giorno di festa. La pentola viene fatta bollire il venerdì sera e mantenuta in forno a temperatura fino a quando arriva il momento di portare tutto in tavola. Si tratta di uno stufato molto ricco e molto saporito: gli ingredienti principali sono carne di manzo, patate, fagioli e orzo, quindi si tratta di una ricetta completa. In alcune varianti potresti trovare il riso al posto dei fagioli oppure la carne di pollo invece di quella di manzo, ma rimane sempre un piatto delizioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.